fbpx

I Borgia

di Alexandre Dumas –
Buongiorno!!! Ecco a voi un autore che non ha bisogno di presentazioni e un titolo che lascia poco spazio all’immaginazione: Alexandre Dumas – I Borgia. Dumas (padre) è considerato a torto o a ragione il più grande romanziere di Francia e sicuramente anche di un bel po’ di altri paesi. Autore prolifico e fantasioso ci ha regalato grandi capolavori della narrativa e ci ha regalato i Moschettieri.
Ma è stato anche uno storico, o almeno si è cimentato anche in questo tipo di narrativa e il libro che ho finito oggi lo testimonia e testimonia che non era così improvvisato.
Verso la fine del 1400 l’Italia era ancora divisa in stati e staterelli di ogni dimensione e gusto senza avere nemmeno una parvenza di idea politica unitaria. L’unico che aveva più o meno cullato un progetto simile era Lorenzo il Magnifico (De’ Medici) che si era prodigato per mettere fine alle mille guerriciole tra microstati e aveva garantito un lungo periodo di pace. Ma alla sua morte la situazione generale cambia anche perché nel frattempo defunge pure il papa Innocenzo VIII.

Il mondo era giunto a uno di quei momenti epocali in cui tutto si trasforma, tra un periodo che finisce e un’era che comincia

In questa situazione due personaggi si muovono per creare le condizioni più favorevoli ai loro progetti: Carlo VIII di Francia che vuole rimettere sul trono di Napoli una dinastia francese al posto degli aragonesi e Rodrigo Borgia che invece vuole sedere sul trono di San Pietro.
Il risultato è l’inizio di una serie di guerre infinite per motivi dinastici e di prestigio e l’altra è l’inizio dell’avventura della famiglia catalana dei Borgia che resterà famosa in tutto il mondo….
Lasciamo perdere le vicende politiche e veniamo al papa e ai sui più famosi famigliari: Lucrezia Borgia, donna bellissima e meravigliosa pedina di scambio per mille matrimoni a scopo puramente politico ed economico. Cesare Borgia (il duca Valentino) strumento affilatissimo nelle mani di un papa senza scrupoli e un figlio devoto con ancora meno scrupoli del santo padre, Rodrigo Borgia (Papa Alessandro VI), il grande manovratore.
Per 11 anni questi tre (assieme ad altri fratelli e cugini) hanno conquistato, ucciso, avvelenato, manovrato, acquisito, incamerato, sposato, qualsiasi cosa che avesse un benché minimo valore in Italia, sia territoriale che economico. Hanno fatto e disfatto l’impossibile in un turbine di avidità e sangue. Dumas scrive la storia come fosse un romanzo e ci regala un romanzo storico con personaggi reali…. bellissimo!

Ste Dussoni

i borgia
Seguimi

Ste Dussoni

"Fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza"
Collaboratore di Booklandia.
Ste Dussoni
Seguimi

Latest posts by Ste Dussoni (see all)

Ste Dussoni

Ste Dussoni

"Fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza" Collaboratore di Booklandia.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.