fbpx

Anna di Avonlea

di Lucy Maud Montgomery –
Amici lettori e non, buon pomeriggio.
Oggi vi parlo di una lettura completata il mese scorso: “Anna di Avonlea”, secondo volume dedicato alle avventure di Anna Shirley, la piccola orfanella adottata dai fratelli Cuthbert.
La prima edizione di questo romanzo è stata pubblicata nel 1909; in Italia è edito da Gallucci editore e, devo ammetterlo, la copertina mi piace moltissimo.
L’anno scorso ho letto il primo volume della saga, mentre quest’anno ho approfittato del il gruppo di lettura #lungoilsentierodimaud delle carinissime @imieiamicidicarta e @unasemplicelettrice; inoltre ho deciso di inserire il titolo nella #bookchallenge #lacanzonedegliscaffaliliberi di @ekabooks0302 e @giulianaleone_creautrice per smaltire tutti quei titoli acquistati e non ancora letti.
La narrazione riprende esattamente dal punto in cui era stata interrotta: dopo la morte di Mattew Anna decide di interrompere gli studi e restare a Green Gables ad aiutare Marilla.
Ritroviamo Anna ormai diciassettenne, insegnante nella scuola del posto che è diventato a tutti gli effetti casa sua.
Oltre ai luoghi ormai familiari, fanno la loro comparsa anche il giovane Gilbert Blythe (sempre segretamente innamorato di Anna), l’inseparabile amica Diana Barry, Marilla, la signora Rachel Lynde…
A loro si affiancano nuovi personaggi: i gemellini Dora e Davy che movimenteranno non poco la vita di Anna e Marilla a Green Gables, gli alunni di Anna tra i quali spicca il piccolo Paul Irving, suo spirito affine e dedito come lei all’immaginazione, il burbero signor Harrison e la signorina Lavendar, giusto per citarne alcuni.
Leggere di Avonlea e delle vicende dei suoi abitanti è stato quasi come tornare a casa.
Sono sincera, prima di intraprendere la lettura del testo, ero un po’ spaventata: avevo paura che Anna, crescendo, perdesse la sua spontaneità e il suo entusiasmo.
Fortunatamente non è stato così; diciamo che Avonlea, insieme ad Anna Shirley, è diventato il mio “porto sicuro”, perché so che tra quelle pagine posso trovare la leggerezza e il buonumore che in periodi come quello che ci ritroviamo a vivere da quasi un anno a questa parte sono essenziali per concludere le giornate con un bel sorriso.
Sicuramente proseguirò la lettura dei volumi successivi e, se vi fa piacere, vi terrò aggiornati.
Alla prossima!

Anna Rita Coluccia

Anna di Avonlea

Gli altri volumi della serie

Anna Rita Coluccia
Seguimi
Latest posts by Anna Rita Coluccia (see all)
Anna Rita Coluccia

Anna Rita Coluccia

"Se vogliamo conoscere il senso dell'esistenza, dobbiamo aprire un libro" Collaboratrice di Booklandia