fbpx

L’abisso di Maracot

di Arthur Conan Doyle
Bloccato ma certo non bloccato nelle letture!!! Arthur Conan Doyle: “L’abisso di Maracot”. Sir Conan Doyle??? Fantascienza??? Certo!!! Il nostro amico e augusto padre Sherlock Holmes non scriveva solo di incredibili indagini fatte con lo spirito di CSI nella fumosa Londra vittoriana ma anche di tante, tantissime, altre cose e ogni tanto, grazie a chi testardamente si getta nelle ricerche, scopro piccoli tesori misconosciuti di autori di gran nome. Scritto nel 1929 questo libro è un vero romanzo di fantascienza molto affine a J. Verne.
Un eccentrico professore, tale Maracot, costruisce un batiscafo con l’obbiettivo di esplorare gli abissi oceanici e vuole essere il primo in assoluto a toccare il fondo del mondo. Nella segretezza più totale organizza così una spedizione che andrà incontro a qualcosa di inaspettato e incredibile….. Atlantide vi dice qualcosa???
E allora tuffiamoci e andiamo alla scoperta degli abissi!!!
Verso la fine il romanzo prende una piega onirico spirituale per via degli interessi in quel campo che avevano caratterizzato Doyle durante la sua maturità e che vengono fuori durante la lettura ma che non appesantiscono un libro agilissimo e divertente.
Doyle scrisse altri romanzi di SF utilizzando il personaggio noto come Prof. Challenger protagonista de Il Mondo Perduto e di altri volumi; quindi non è nuovo al genere ma Maracot è leggermente diverso e sicuramente più interessante dal punto di vista psicologico. Bye bye.

Ste Dussoni

L'abisso di Maracot
Ste Dussoni
Seguimi
Latest posts by Ste Dussoni (see all)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.