fbpx

L’abisso di Maracot

di Arthur Conan Doyle
Bloccato ma certo non bloccato nelle letture!!! Arthur Conan Doyle: “L’abisso di Maracot”. Sir Conan Doyle??? Fantascienza??? Certo!!! Il nostro amico e augusto padre Sherlock Holmes non scriveva solo di incredibili indagini fatte con lo spirito di CSI nella fumosa Londra vittoriana ma anche di tante, tantissime, altre cose e ogni tanto, grazie a chi testardamente si getta nelle ricerche, scopro piccoli tesori misconosciuti di autori di gran nome. Scritto nel 1929 questo libro è un vero romanzo di fantascienza molto affine a J. Verne.
Un eccentrico professore, tale Maracot, costruisce un batiscafo con l’obbiettivo di esplorare gli abissi oceanici e vuole essere il primo in assoluto a toccare il fondo del mondo. Nella segretezza più totale organizza così una spedizione che andrà incontro a qualcosa di inaspettato e incredibile….. Atlantide vi dice qualcosa???
E allora tuffiamoci e andiamo alla scoperta degli abissi!!!
Verso la fine il romanzo prende una piega onirico spirituale per via degli interessi in quel campo che avevano caratterizzato Doyle durante la sua maturità e che vengono fuori durante la lettura ma che non appesantiscono un libro agilissimo e divertente.
Doyle scrisse altri romanzi di SF utilizzando il personaggio noto come Prof. Challenger protagonista de Il Mondo Perduto e di altri volumi; quindi non è nuovo al genere ma Maracot è leggermente diverso e sicuramente più interessante dal punto di vista psicologico. Bye bye.

Ste Dussoni

L'abisso di Maracot
Ste Dussoni
Seguimi
Latest posts by Ste Dussoni (see all)