fbpx

Nuovissimo testamento

di Giulio Cavalli –
Buongiorno e bentrovati in questa mattina piovosa ampiamente prevista da tutti i metereologi, oltre a quello ci mettiamo anche un po’ di sano “stomaco inverso” che mi ha costretto ad un giorno a casa perchè sono abbastanza bombardato, era un po’ che non facevo due sane chiacchiere col gabinetto dalla parte sbagliata e mi sento provato!!! Domani passerà!
Nuovissimo testamento” di Giulio Cavalli.

Un libro che mi è stato suggerito da un’amica che tutti i torti non li aveva…..molto molto intrigante e distopico. Perché di distopia si tratta!
Nel paese di DF tutto sembra muoversi al rallentatore, nessuno ha un moto di passione, nessuno scatto di ira, nessun colore fuori posto tranne quelli legali secondo le tabelle governative. Tutto è perfettamente incanalato nei binari di una società praticamente perfetta dove non c’è spazio per una virgola fuori posto e il governo è una faccenda ereditaria per le classi più alte, le sole che abbiano mantenuto un minimo di libero arbitrio.
Ma com’è possibile tutto questo??? Grazie ad un portentoso vaccino che viene inoculato direttamente ai neonati e che spegne l’empatia e pertanto nessuno sente più il bisogno di avere una propria personalità; l’arte e la musica sono banditi per sempre e tutto fluisce in una società grigia e cieca.

“Niente famiglia, ovviamente, la famiglia era nemica del governo di DF, la famiglia era il covo delle sensazioni e delle esperienze incontrollate. Non esistevano figli di, non esistevano padri di, non esistevano madri di, non esisteva nulla”.

Ma ogni tanto sembra che il vaccino faccia cilecca e qualcuno ritrovi un minimo di autonomia di pensiero; per controllare queste eresie c’è la Polizia Affettiva che è la longa manus del governo e a tutto vede e provvede, anche ad eliminare i soggetti indesiderati o irrecuperabili.
Ma un giorno, in ospedale si ritrovano 5 di queste persone che hanno avuto questa sorta di “risveglio”, magari per caso davanti ad un tramonto o mentre mangiavano qualche portata del menù settimanale imposto. Da qui si scopre che esiste una sorta di ribellione che si sta organizzando per riportare la società alla sua dimensione umana dove i bambini sono liberi di giocare, gli adulti di amare e sognare e i vecchi di vivere serenamente i loro ultimi anni.
Quindi, dopo alcuni tentativi, riescono a trovare un controvaccino e a sversarlo negli acquedotti di tutte le città più importanti di DF e causano quindi un repentino risveglio della popolazione che però non è più abituata a tutta quella libertà e nell’euforia forse si lascia andare. Come fare??? Qui inizia uno scontro di titani, soprattutto verbale ma anche di azione, tra due visioni opposte della società, tra chi vuole un mondo perfetto e disinfettato e posto sotto un ferreo controllo e chi invece sogna e si lascia andare alle passioni.
Molto bello attuale soprattutto per il tema dei vaccini, simile per certi versi a 1984 di Orwell ma un pochino più scorrevole rispetto a cotanto padre che però scava nella nostra psiche e ci porta tanti dubbi anche su temi strettamente moderni. 
Tanti saluti dall’Uomo con la Giacca di Velluto.

Ste Dussoni

Nuovissimo testamento
Ste Dussoni
Seguimi

Ste Dussoni

"Fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza" Collaboratore di Booklandia.