fbpx

Tutti i miei robot

di Isaac Asimov –
Eccomi di ritorno dopo veramente parecchio tempo!!! Chiedo scusa ma ero in trasferta di lavoro in quel di Trieste e mi risultava difficile trovare il tempo per leggere con continuità anche perchè un po’ è venuta a mancare anche la voglia; la trasferta è una situazione tutta particolare con tempistiche e modalità che esulano dal normale tran tran lavorativo e che non permettono spesso di avere una tranquillità di fondo da poter dedicare anche alla lettura. Per questo ho scelto come ultimo volume un autore che potevo affrontare con leggerezza visto che l’ho già incontrato mille volte nella mia vita e mi dava quella sicurezza e quella leggerezza che mi serviva in quel momento specifico.
Tutti i miei robot” di Isaac Asimov
Questo libro è un’antologia piuttosto corposa dedicata esclusivamente al soggetto fantascientifico più amato dal nostro estroso amico….i Robot!!!
Tutti ci viviamo ormai in mezzo perchè lavoriamo quasi quotidianamente con macchine più o meno pensanti che ci dovrebbero alleviare le fatiche e in qualche modo sostituire nei calcoli e nelle soluzioni dei vari problemi giornalieri, ma Asimov li ha portati ad un livello addirittura galattico e soprattutto li ha concepiti umanoidi e quindi molto più simili a noi rispetto alla realtà dove il robot androgino in realtà è e rimane un fenomeno da fiera tecnologica ma nella vita di tutti i giorni non ha nessun uso pratico.
I robot asimoviani, invece, sono i nostri alter ego, sono spesso intuitivi, socievoli e in qualche modo superiori, dei veri Homo Tecnologicus e generano paure ancestrali, paura del Golem, il Complesso di Frankenstein, sono un’altra razza che teoricamente potrebbe sostituirsi a noi in un futuro prossimo, ma ci sono le famose Tre Leggi della Robotica che dovrebbero in qualche modo fare da fungo di emergenza e impedire qualsiasi delirio di onnipotenza da parte della macchina che è e rimane un servo al servizio dell’umanità. Paure comunque difficili da smuovere anche nei confronti di robot che non hanno la forma umanoide ma che dimostrano un’intelligenza superiore e un’iniziativa che a volte nell’uomo sfugge per mancanza di calcolo razionale che invece caratterizza il calcolatore ambulante che a volte riesce a bypassare le tre leggi senza subire danni permanenti.
Per fortuna esistono i robot psicologi che riescono a entrare nei meandri dei cervelli positronici e riescono a scavare in questi  mondi fatti di correnti e numeri in libera associazione!!! Un libro fantastico che ci porta a spasso nel mondo ipertcnologico e supercontrollato immaginato dal buon Isaac partendo appunto dalle macchine informi ma superpensanti per arrivare fino al robot che volle farsi uomo!!!
Ci sono dentro racconti famosi come Robbie, Galley Slave (Il correttore di bozze) che è anche un romanzo a parte, l’Uomo bicentenario che è diventato un film con Robin Williams e qui è in forma di racconto breve ma esiste anche un libro intitolato ROBOT NDR 113 che è la versione allargata alla dimensione di romanzo, e poi c’è il racconto che ha fatto da traccia al film IO ROBOT con Will Smith che però ha molte differenze di fondo rispetto alla novella originale da non confondere col libro sempre di Asimov che ha lo stesso titolo ma è un’altra storia. Sempre fantastico!!!!
Ciao ciao!!!

Ste Dussoni

Tutti i miei robot

Booklandia sostiene le librerie indipendenti.
Per acquistare il libro presso la libreria più vicina a voi potete utilizzare Bookdealer

Ste Dussoni
Seguimi
Latest posts by Ste Dussoni (see all)
Ste Dussoni

Ste Dussoni

"Fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza" Collaboratore di Booklandia.