fbpx

Starman Jones

di Robert A. Heinlein – 
Buongiorno a tutti!!!
Eccomi di ritorno da un altro favoloso giro fra le stelle con una storia che è di fantascienza ma potrebbe essere anche trasferita di peso su un galeone del 1700.
Heinlein ci porta nel futuro ma senza staccarsi troppo dalla madre Terra.
In un paesino sperduto del Midwest un ragazzino sogna di volare fra le stelle e diventare Astrogatore (praticamente il Nostromo della tradizione marinara), solo che è povero e anche piuttosto sfortunato perché la matrigna, che gli voleva bene ma era rimasta vedova, decide di risposarsi col più farabutto dei delinquenti della contea che è deciso a fare il padre padrone anche con le cattive maniere.
Maximilian Jones così fugge e decide di abbandonare quel furfante e la sua casa per inseguire i suoi sogni. Quando giunge ad Earthport cerca di farsi accogliere dalla Gilda degli Astrogatori in virtù del fatto che lo zio lo era stato anche lui e probabilmente lo aveva indicato come erede visto che la carica si trasmette solo in linea paterna o collaterale per nomina….. ma ovviamente questo non succede.
Il nostro deciso ragazzo non sa che fare, è senza speranze e senza soldi; in suo aiuto arriva un uomo che aveva incontrato appena arrivato in città e che, molto galantemente, lo aveva derubato dei suoi libri e dei suoi documenti sperando di soffiargli il posto!!!
L’uomo pero, nonostante non sia un angelo, ha comunque un buon cuore e molte maniglie e così si procura i documenti falsi per avere un imbarco.
E qui comincia la vera avventura spaziale sulla nave passeggeri Asgard.
Jones è sveglio e umile e ha un dono incredibile: ha memorizzato in maniera indelebile, a mo’ di fotocopiatrice, tutti i libri di astrogazione del defunto zio, ogni minimo dato e numero….un computer umano.
L’Asgard prende il volo diretta verso lontani pianeti col suo carico di passeggeri e animali terrestri e non, ma il viaggio ovviamente non sarà liscio e tranquillo come non lo sarà nemmeno per il nostro protagonista che dovrà imparare moltissime cose, dovrà fare i conti con la sua coscienza quando verrà scoperto l’imbroglio e conoscere forse anche l’amore e……..
…..e ora basta!
Un romanzo di fantascienza e di crescita che all’inizio ha un pizzico di Dickens, un po’ meno sfigato però

😉

Un appunto sull’edizione: Galassia, negli anni ’70 era la rivista rivale di Urania nel campo delle edizioni economiche di SF e purtroppo non è sopravvissuta all’evolversi dei gusti dei lettori e perciò ha dovuto cedere nel momento in cui l’interesse per la fantascienza è naturalmente calato. Oggi sopravvive solo Urania Mondadori ma comunque sulle bancarelle se ne trovano ancora molti e hanno sempre contenuti di ottima qualità…. vi invito a cercarli!

Ste Dussoni

Starman Jones
Seguimi

Ste Dussoni

"Fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza"
Collaboratore di Booklandia.
Ste Dussoni
Seguimi

Latest posts by Ste Dussoni (see all)

Ste Dussoni

Ste Dussoni

"Fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza" Collaboratore di Booklandia.