fbpx

Settembre 1972

di Imre Oravecz –
Una storia semplice, quasi banale, la storia di un amore finito, un monologo interiore di un uomo verso la donna che lo ha lasciato per un altro, il lento decadimento di un sentire che lentamente scompare rimanendo sotto traccia come una brace mai del tutto spenta ma che non avrebbe la forza di alimentare nuovamente il fuoco. La parabola di un’emozione in assenza del soggetto amato, dove protagonista è il sentimento stesso, che si modifica nel corso dell’esistenza di colui che lo ha vissuto.
Pur con le dovute differenze questo romanzo scritto con stile essenziale, composta da 99 brevissimi capitoli, quasi dei pensieri, degli appunti che non superano quasi mai le due pagine, mi ha ricordato un altro romanzo, Opinioni di un clown di Heinrich Böll, dove la tematica è simile, l’amore che non trova pace, anche se lo stile è decisamente differente.
Caso letterario alla sua uscita, nel 1988 in Ungheria, è considerato un capolavoro della letteratura ungherese contemporanea e a mio avviso merita l’attenzione che ha suscitato.

… tutte hanno dato e hanno preso, hanno detto il vero e hanno mentito, mi hanno eccitato e mi hanno raffreddato, mi hanno soddisfatto e hanno lasciato un senso di vuoto, hanno risvegliato il desiderio e hanno provocato disgusto, hanno recato gioia e mi hanno straziato, mi hanno divinizzato e mi hanno maledetto, mi hanno accolto e mi hanno respinto, mi hanno liberato e mi hanno schiavizzato, mi hanno innalzato e mi hanno calpestato nel fango, mi hanno reso migliore e peggiorato, mi hanno infuso speranza e mi hanno fatto disperare, hanno giurato fedeltà e sono state infedeli, si sono messe al mio fianco e mi hanno abbandonato, e io ho fatto a loro lo stesso che loro hanno fatto a me, e ti ho tradito con ognuna di loro, perché ti amavo ancora, mentre cercavo di convincermi che ormai non ti amo più.

Roberto Maestri

settembre 1972

Imre Oravecz presenta Settembre 1972: Torino, sabato 21 settembre dalle ore 18 alle 19.30
https://www.facebook.com/events/1134229860080832/

Seguimi

Roberto Maestri

"Leggendo cerco me stesso".
Collaboratore di Booklandia
Roberto Maestri
Seguimi

Latest posts by Roberto Maestri (see all)

Roberto Maestri

Roberto Maestri

"Leggendo cerco me stesso". Collaboratore di Booklandia