fbpx

Pesce d’aprile

di Daniela Spada e Cesare Bocci –
Vi piace il Montalbano di Camilleri? Dopo aver letto questo libro lo guarderete con occhi un po’ diversi. Cosa c’entra la famosa fiction televisiva con “Pesce d’aprile”? C’entra, c’entra…guardate un po’ gli autori. Cesare Bocci è il bravo attore che interpreta Mimì Augello, l’ispettore sciupafemmine che collabora con il Commissario.
Ma quella è la finzione. Poi c’è la realtà, la vita vera che sappiamo può essere più emozionante di qualsiasi sceneggiatura.
Daniela Spada è la compagna di Cesare. Nel libro ci raccontano come si sono conosciuti, innamorati e di come abbiano deciso di vivere insieme diventando poi genitori della piccola Mia. Una storia fino qua, tutto sommato come tante.
Ma cosa può trasformare in eccezionale la normalità? Un evento eccezionale: loro lo chiamano il pesce d’aprile, vista la data.
Un ictus colpisce Daniela a una settimana dal parto: a soli 36 anni resta in coma per 28 giorni, per poi risvegliarsi senza più ricordi e con una grave disabilità motoria.
In oltre venticinque anni di professione come fisioterapista ho imparato che questi drammi, perchè di drammi si tratta, possono distruggere non solo le persone ma intere famiglie. Oppure le elevano.

Basta, che vivo a fare così, la faccio finita. Dio portami via. Fa morire me invece di qualcuno che vuole vivere. Io non la voglio una vita così. Non sarò più come prima. Non posso andare in moto. Non posso ballare. Non posso fare più niente. Basta!
Fortunatamente Dio in quel momento aveva qualcosa di più importante di cui occuparsi […]
Evidentemente Dio non mi ha sentito. Meglio così.
Infatti dopo sedici anni sono ancora qui.

Cesare e Daniela nel loro libro scritto a quattro mani ci raccontano il loro percorso di recupero con una leggerezza che non cade mai nel patetico nonostante le difficoltà che potete immaginare, compreso un tumore al seno sei anni dopo l’ictus.
E’ un libro sulla disabilità e sulla voglia di vivere raccontata anche con ironia ma, vorrei sottolineare, è soprattutto un libro d’amore, grande, reale, incommensurabile. Un amore di quelli che in fondo tutti sogniamo ma che la famiglia Bocci ha avuto la fortuna di vedere realizzare.

Ho sempre pensato che nella vita bisogna dare spazio alle novità: bisogna sempre andare avanti. E spesso bisogna ricominciare da capo.
E noi, “con” e “nonostante” la malattia di Dany, abbiamo saputo ricominciare da capo e affrontare la sfida.

Leggetelo e vi assicuro, come dicevo all’inizio, quando rivedrete l’attore vi accorgerete di ammirare una grande uomo, degno compagno di una donna straordianaria.
Vi lascio un video di entrambi: non servono le parole. Guardate semplicemente loro due.

Gerardo Capaldo

pesce d'aprile
La prova speciale di Cesare Bocci – Ballando con le Stelle 19/05/2018
Seguimi

Gerardo Capaldo

Aequam memento rebus in arduis servare mentem
Amministratore di Booklandia.
Gerardo Capaldo
Seguimi

Latest posts by Gerardo Capaldo (see all)

Gerardo Capaldo

Gerardo Capaldo

Aequam memento rebus in arduis servare mentem Amministratore di Booklandia.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.