fbpx

Noir

di Christopher Moore –
Buongiorno!!! Eccomi!!!! Perché leggere Moore??? Perché Moore è una ventata di follia, è la tramontana che fa sbattere le porte e riempie la casa di idee, è luce e colore…..anche quando la tinta è Noir.
Ritorna il pazzo californiano e ci porta nella San Francisco del 1947 della quale oramai si è quasi persa la memoria; la guerra è ormai finita e tutta l’economia a lei legata sta smobilitando, in giro per la città ci sono solo reduci, cinesi e malavitosi…. e bar fumosi, come quello di Sal Gabelli e del suo zoppo barista Sammy “due dita” Tuffin.
Una San Francisco cupa, noir….
Un bar che lavora soprattutto di notte con personaggi che galleggiano fra le righe della vita in attesa che succeda qualcosa: uno di questi è Tuffin che viene e zoppica dietro il bancone finchè una sera non entra una bionda da urlo di nome Stilton (come il Formaggio inglese) e la sua vita cambia di colpo.
Inizia così un romanzo folle fatto di inseguimenti disperati, amore, parole sussurrate, malavitosi, poliziotti corrotti, cinesi con la passione (innaturale) per i gatti e il piscio di serpente, società più o meno segrete e prostitute da poco prezzo, strani uomini vestiti di nero e alieni piombati non si sa bene come in mezzo a tutto questo casino e un mamba nero piuttosto loquace ….e mordace.
Questa San Francisco non è molto assolata e la baia è piuttosto affollata di gente silenziosa e assomiglia parecchio alla peccaminosa Sin City mentre il bar è una versione Americana di quello “Sotto il mare” di Stefano Benni; folle e divertente.

Ste Dussoni

Noir
Seguimi

Ste Dussoni

"Fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza"
Collaboratore di Booklandia.
Ste Dussoni
Seguimi

Latest posts by Ste Dussoni (see all)

Ste Dussoni

Ste Dussoni

"Fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza" Collaboratore di Booklandia.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.