fbpx

Niente caffè per Spinoza

di Alice Cappagli –
Questo è uno di quei libri che si possono definire commoventi. Me lo ha passato la mia vicina di ombrellone, nella più classica delle situazioni estive: “Prendilo, si fa leggere volentieri”.
E invece è finita che il libro ha preso me, con un coinvolgimento emotivo che si è costruito lentamente durante la lettura ed è esploso nella parte finale. La voce narrante è quella di Maria Vittoria, una donna livornese in difficoltà, che si ritrova ad accudire un vecchio professore cieco.
Lui, è un anziano professore, appunto, che trova nei libri e nelle citazioni dei filosofi, il sistema per affrontare ogni situazione della vita e per “vedere” oltre. Si crea così tra i due un inaspettato legame: lei, gli legge libri e giornali, lui le insegna un nuovo modo di ragionare e di apprendere, attraverso le frasi dei grandi pensatori.
Assistiamo così alla nascita di qualcosa di nuovo in Maria Vittoria: nuovi punti di vista, nuove prospettive, nuove consapevolezze.
Un percorso lento ma inesorabile, scandito con maestria dal ritmo della narrazione.

-“Vede, Maria Vittoria, adesso riprendo possesso della mia casa, quindi non tutti i mali vengono per nuocere. Resta comunque uno strascico di”…. – si soffiò il naso.
-“Di?”
-“Di frasi irrisolte”
-“Si tratta di un discorso troppo difficile per me”
-“Non è vero, non è così difficile. Magari anche lei ha qualcosa di irrisolto che le rende la vita più dura, ma nello stesso tempo la induce a cercare una soluzione”

Mi sa che ci aveva centrato in pieno.

Camilla Dagnino

Niente caffè per Spinoza

Camilla Dagnino

"Non esiste vento contrario per chi sa posizionare le vele"
Collaboratrice di Booklandia.
Camilla Dagnino

Latest posts by Camilla Dagnino (see all)

Camilla Dagnino

Camilla Dagnino

"Non esiste vento contrario per chi sa posizionare le vele" Collaboratrice di Booklandia.