fbpx

Morire a Italbar

di Roger Zelazny –
Buongiorno!! Finita anche questa lettura proprio in questo momento, giusto una piccola pausa prima di uscire con gli amici e una piccola pausa fantascientifica prima di andare a trovare qualche librone di ben altro spessore. Roger Zelazny : “Morire a Italbar“.
Un misterioso uomo chiamato semplicemente H arriva nel piccolo paesino di Italbar su un pianeta dimenticato da dio e ha un compito: salvare una bambina da una tremenda malattia. Lui può farlo perché è al tempo stesso l’incubatore di tutte le malattie conosciute e sconosciute e anche il vaccino universale grazie alla sua simbiosi con una dea bella e terribile e bifronte. Salva cosi la bambina ma al ritorno causa anche una nuova epidemia nel paese e per questo viene attaccato dagli abitanti inferociti che lo prendono a pietrate….. H decide di abbandonare il suo ruolo di mistico salvatore per diffondere ogni tipo di male come vendetta nei confronti di un’umanità ingrata. Mentre succede tutto questo alcuni uomini lo stanno cercando: -un dottore che vive una vita sospesa in un’astronave che lo tiene a dieci minuti dalla sua morte e mentre conduce un’esistenza inesistente ricerca H per avere finalmente il vaccino universale -lo cerca anche un bieco personaggio che lo vuole nelle sue mani come arma totale per concludere una guerra tra due fazioni umane in corso da molto tempo e non ancora ufficialmente conclusa. …e poi c’è la dea dalla pelle blu che convive con lui che ha ben altri progetti…. Un romanzo breve e forse un po’ troppo misticheggiante che a volte sembra lineare e spesso si perde in visioni simil profetiche che non fanno capire dove vuole andare e l’obbiettivo finale diventa terribilmente confuso. Non proprio il massimo!

Ste Dussoni

Morire a Italbar
Ste Dussoni
Seguimi
Latest posts by Ste Dussoni (see all)
Ste Dussoni

Ste Dussoni

"Fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza" Collaboratore di Booklandia.