fbpx

Missione su Minerva

di James P. Hogan
Buongiorno!!! Scrivo in diretta ma so già che la recensione sui social network arriverà in differita perché ho ancora da scontare 18 giornate di cartellino rosso dalle pagine di Facebook e ogni tanto mi prendo anche qualche ban temporaneo anche da Instagram…..mi spiace ma è più forte di me, mi piacciono le stupidaggini, le belle ragazze e le porcate e, soprattutto, mi piace condividerle e quindi incorro spesso nella censura puritana…..ma il signore vi vede e vi punirà perché lui d’accordo con me visto che se ha creato quelle belle cose (e cosacce) non è certo per poi vietarcele ma farcele gustare appieno. Ma visto che siamo anche in periodo di clausura virale (un virus coronato non è mai un bene) vi porterò con me nella mia ultima lettura, tanto ho tempo e divano da dedicare.
Missione su Minerva” di James P. Hogan. 4° numero della serie Jumbo uscito oramai nel novembre 2018 che albergava sullo scaffale in attesa di lettura dal medesimo periodo e perciò è bello stagionato! Dello stesso autore avevo letto, nel lontano dicembre 2017 (la serie Jumbo è trimestrale…fatevi un po’ i conti, mica devo fare tutto io) il volume ENTOVERSE che parlava di una società aliena interconnessa in maniera simbiotica con un social network totale chiamato Jevex che portava completamente fuori dalla realtà chi si connetteva alla maniera di Matrix; ma di colpo i suoi fruitori ne venivano privati e venivano scaraventati di colpo nella realtà alla quale non erano più abituati e della quale erano totalmente alieni. Ma perché ciò??? Perché il suddetto network aveva creato al suo interno un mondo parallelo attraverso il quale gli avatar si reincarnavano nelle persone reali sostituendo le personalità originali che venivano ributtate nell’Entoverse dal quale non potevano più fuggire.
Da lì era arrivata una terribile minaccia per il mondo reale di nome Imares Broghuilio che aveva mire di conquista sui mondi governati dai terrestri e dai Thurieni che sono una razza aliena dalla quale siamo nati noi esseri umani attraverso una storia parecchio complessa fatta di guerre, di fughe e di un pianeta che non esiste più: Minerva.
Minerva era il pianeta che era composto da tutti quei sassi che oggi chiamiamo Fascia degli Asteroidi sommati a quel planetoide noto come Plutone più la nostra Luna che gli ruotava attorno. Una guerra terribile fra i due continenti del pianeta (i Ceriani e i Lambiani) aveva portato al collasso del pianeta che era esploso originando i frammenti asteroidali e Plutone stesso mentre la Luna era rimasta a zonzo per il sistema solare finché non si era poi accasata in orbita del nostro pianeta. In mezzo a tutta questa confusione galattica c’era stato il tempo anche di creare la razza umana per sostituire i precedenti abitanti di Minerva (i Ganiani) che ne avevano sconvolto il clima e che poi avevano dovuto taroccare su un altro pianeta perché questo per loro era diventato inabitabile; scoppia Minerva e i Ceriani figgono sulla terra mentre i Lambiani vengono trasportati su Jevlen dove creeranno il Jevex di precedente memoria e manterranno un odio mortale per i superstiti dell’altra fazione rimasti da noi. Perché tutto questo preambolo ??? Intanto per riassumervi a grandi linee una cronologia complicatissima e poi per dirvi che i due romanzi sono fortemente intercoconnessi ed è meglio leggeri entrambi anche a distanza di 3 anni come ho fatto io ….infatti ci sono ancora parecchi particolari che non vi ho detto e che vi lascio volentieri.
Arriviamo al romanzo che parte proprio con un ampio riassunto del capitolo precedente e poi ci porta sulla Terra dove gli scienziati si trovano di fronte ad una strana comunicazione che arriva all’improvviso tramite l’apparizione di una specie di sonda che trasmette un messaggio stranissimo e che, soprattutto, arriva da un universo parallelo. Il Multiverso è realtà!! Il messaggio registrato arriva quindi da una Terra possibile dove il futuro (o il passato) hanno preso una piega diversa e chi la porta è uno scienziato che ascolta l’altro se stesso metterlo sull’avviso. Così gli scienziati Thurieni e terrestri si mettono al lavoro assieme dovendo anche vincere le loro differenze e il loro modo diverso di interpretare il lavoro e i messaggi….la scienza aliena sommata così all’intraprendenza umana!
Finalmente dopo esperimenti e fatica si arriva ad aprire i portale del Multiverso che possono dare il via alla conoscenza delle mille varianti della storia. Il messaggio arriva nientepopodimenoche da 50.000 anni indietro!!! Cioè dal momento in cui la guerra su Minerva stava per portare al collasso del pianeta e quindi alla ripetizione della storia. Un altro preludio: alla fine di Entoverse il cattivo Broghuilio era fuggito da Jevlen con tutto il suo stato maggiore e ben 5 navi in direzione di una pianeta artificiale dal quale contava di poter riprendere la guerra contro Terrestri, Thurieni e Ganiani (una versione antica dei thurieni che era rimasta intrappolata in un tunnel interdimensionale ed era riapparsa nello spazio sbagliato, quello attuale e che poi si era alleata con gli eroi dell’altro libro). A quanto pare il sacramento non è mai arrivato a destinazione ma si è ritrovato scaraventato indietro nel tempo…..casualmente 50.000 anni fa!!!Una guerra planetaria, i viaggi nel tempo, universi paralleli e scienziati che trovano tutte le soluzioni all’ultimo secondo…. un romanzo davvero fantastico per inventiva e costruzione perché tenere alta la tensione e tenere in piedi tutti i fili non è per niente semplice e invece il compianto Hogan ci riesce alla grande anche quando, prima di arrivare all’azione vera e propria descrive una fisica impossibile come se fosse davvero a a due passi dalla realizzazione e lui stesse descrivendo cose ovvie e realistiche…..micidiale!!! Come ho detto….un vero castello di idee, un profluvio di parole mai messe a casaccio e mai che un periodo rimanga in sospeso.
Spettacolare ma decisamente legato doppio filo a Entoverse che poteva anche vivere da solo mentre questo ne richiede un minimo di conoscenza……tanti salti incredibili nel tempo senza curarsi troppo del Butterfly Effect… metti la fortuna di certi viaggiatori

Ste Dussoni

Missione su Minerva

Ste Dussoni
Seguimi
Latest posts by Ste Dussoni (see all)
Ste Dussoni

Ste Dussoni

"Fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza" Collaboratore di Booklandia.