fbpx

La logica del mammifero

di Paolo Vitaliano Pizzato –
Se la logica del titolo è riferita alla sopravvivenza, essa è senz’altro legata alla relazione madre-figlio, lungo un cordone ombelicale che ciascuno dei due personaggi fatica a recidere. È questo il filo conduttore di questa storia, molto ben scritta da Paolo Vitaliano Pizzato: scrittore, blogger, suo il sito ilconsigliereletterario.com, qui al suo secondo romanzo di cinque già pubblicati.
Una storia che riguarda una madre, Clarissa, e il suo unico figlio, Lorenzo detto Cico, stretti in un rapporto teso, raccontato in prima persona da parte del ragazzo, in un arco tempo ampio che va dall’infanzia della madre sulla fine degli anni precedenti la seconda guerra mondiale fino ai giorni nostri; una donna che già da bambina è costretta a vivere in un ambiente di povertà dai tratti dickensiani, fra violenze, soprusi e pratiche illegali, una condizione che segnerà per sempre la vita della donna la quale cercherà il riscatto attraverso mille sacrifici, pur di donare al figlio quell’esistenza agevole che a lei era stata negata.
In parallelo la vita apparentemente senza scosse di un bambino, il figlio, che sembra vivere all’interno di una bolla protettiva che la madre stessa gli ha costruito attorno, inconsapevole e assente nonostante le traversie a cui è costretta la madre che tutto accetta pur di perseguire il suo obiettivo.
La vicenda si sviluppa lungo il periodo post bellico, il boom economico che sembra non riguardare la vita dei due protagonisti, se non fosse per il sistema di acquisto in voga a quell’epoca, un mezzo che se da un lato consentirà a Clarissa di costruire attorno al figlio quel mondo illusorio nel quale lo costringerà a vivere, d’altro canto si rivelerà una era e propria spada di Damocle in un continuo proliferare di debiti, cambiali e prestiti ad usura.
Il romanzo possiede un ritmo alternato, nel senso che i capitoli si succedono in sequenza narrando le storie parallele di madre e figlio, con salti temporali che costringono il lettore a rimanere attaccato alla pagina, stimolato nella curiosità di conoscere l’evolversi della vicenda. In questo l’autore è molto abile nel mantenere viva l’attenzione in chi legge, nel naturale svolgimento delle vicende dei protagonisti.
Un romanzo assolutamente consigliato a chi ama leggere di vite nelle quali la normalità è soltanto un velo opaco steso sull’esistenza.

Roberto Maestri

La logica del mammifero
Roberto Maestri
Seguimi
Latest posts by Roberto Maestri (see all)
Roberto Maestri

Roberto Maestri

"Leggendo cerco me stesso". Collaboratore di Booklandia