fbpx

“Infiniti Universi (Millemondi Urania)”

di AAVV, Annarita Guarnieri (Traduttrice)

Era da un po’ di tempo che non bazzicavo la fantascienza pura e gli Urania Mondadori, forse sta cambiando il mio gusto o sto invecchiando ma comincio a non provare più le emozioni che una volta trovavo all’interno di questo tipo di narrativa; eppure ci sono cresciuto sognando mondi lontani, stelle e civiltà fantastiche ma ammetto che adesso faccio fatica o è semplicemente cambiato il modo di raccontare la SF da parte dei nuovi autori che non mi prendono più e mi scivolano abbastanza addosso.
Una delle serie più longeve del mondo Urania sono i cosiddetti Millemondi che hanno sempre rappresentato l’antologia della collana e, a parte le varie vicissitudini editoriali e in base a periodi più o meno floridi, ha sempre avuto più o meno una cadenza semestrale….Millemondi Estate e Millemondi Inverno, ma ad esempio il volume che vi presento adesso è un quadrimestrale ed è Millemondi Primavera …tanto per smentirmi subito in partenza!
È una raccolta di racconti che completa il ciclo dedicato a Gardner Dozois che fu il direttore di una delle più prestigiose riviste del genere: Isaac Asimov Science Fiction Magazine, e che è scomparso nel 2018. Sono gli ultimi undici racconti che erano stati selezionati dallo scomparso Dozois per l’annuale rivista “Year’s Best Science Fiction” giunta al suo 35° numero e che costituiscono un po’ il suo testamento spirituale.
Undici autori diversi che narrano il loro modo particolare di inventare nuovi capitoli e nuove interpretazioni del più fantasioso dei generi letterari che però non mi hanno particolarmente colpito tranne forse l’ultimo: Nexus di Michael F. Flynn che ci porta in una situazione degna di Men in Black con un alieno che anticipa una possibile invasione del pianeta Terra da parte dei suoi sodali e 5 personaggi  molto ambigui che cercano di sventare l’infausto piano. Ognuno di loro ha una storia particolare alle spalle e a loro modo anch’essi sono alieni ma hanno qui trovato una specie di casa da difendere con le unghie e con i denti.
Il tutto si basa fondamentalmente sui paradossi temporali e sul Butterfly Effect ed è molto efficace nell’esposizione.
Gli altri invece sono la classica fantascienza introspettiva che si contorce in pensieri complessi e in processi mentali lentissimi che dopo un po’, sinceramente, annoiano!
Comunque l’ho portato a termine anche se non sono proprio soddisfattissimo!
Bye bye!!! 

Ste Dussoni

[Incipit]
La stazione della metropolitana era inutilizzabile. Quella mattina entrambi gli ingressi erano di nuovo sotto il controllo di una banda di strada, il che significava che bisognava pagare un piccolo “pedaggio” per poter prendere il treno. Amelia era tentata di sganciare il denaro, ma con quegli stronzi non si sapeva mai se ti avrebbero portato via la borsetta o il cellulare, e qualsiasi altra dannata cosa volessero.

"Infiniti Universi (Millemondi Urania)"
Ste Dussoni
Seguimi

Ste Dussoni

"Fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza" Collaboratore di Booklandia.