fbpx

Il viaggio della Dauntless

di Jack Campbell –
Oggi non ho ancora finito di stressarvi perchè dopo avervi tediato con le mie passeggiate ho pure da raccontarvi dell’ultima lettura, perciò mettetevi belli comodi che ne abbiamo ancora per 5 minuti abbondanti!
Il viaggio della Dauntless” di Jack Campbell.
Facciamo un po’ un salto nel futuro prossimo e andiamo a dare un’occhiata alle vicende umane che riguardano i nostri eredi. Una tremenda guerra sta funestando da un secolo l’intera galassia e non sembra esserci via d’uscita e nessuno si ricorda neppure per quale motivo è scoppiata, l’unica cosa certa che si sta mangiando intere generazioni e tonnellate di risorse che vengono buttate nella fornace del dio Marte senza posa. Su una scialuppa di salvataggio viene ritrovato congelato e al limite della durata dell’ibernazione il Capitano John Geary conosciuto da tutti come “Black Jack” che fu uno dei miti ispiratori di milioni di soldati e di generali che hanno combattuto e continuano a combattere.
L’azione si svolge nello spazio del pianeta natale della Corporazione Galattica che si trova di fronte la flotta dell’Alleanza nell’estremo tentativo di chiudere la partita; ma nel momento in cui Geary viene scongelato l’Alleanza ha già consegnato prigionieri i suoi comandanti in segno di resa che vengono barbaramente trucidati dai corporati che a quanto pare non hanno scrupoli o remore di sorta a passare per le armi chiunque e comunque.Il comando passa così ad unos tordito Geary che si ritrova in combattimento 100 anni dopo e si ritrova col peso di tutta la flotta e del suo mito. Visto il disastro, l’unica soluzione sembra essere la fuga per salvare il salvabile e cercare di rimettere in forze una flotta stremata che però vorrebbe invece passare immediatamente all’azione senza meditare sui possibili risvolti tattici e strategici…testa bassa e pedalare.
Ma questo non è il modo di combattere di Geary che ha avuto fior di insegnanti di tattica e strategia e vuole prima di tutto studiare la situazione uscendo dal mirino dei cannoni nemici. La partita è davvero complessa perchè deve convincere una intera generazione di capitani non più avvezzi a disciplina e manovre che hanno disimparato ogni minimo elemento di scuola di guerra. Inizia così una doppia sfida, fisica e psicologica col nemico esterno e con quello interno per non soccombere e nemmeno per schiacciare ma solo per salvarsi con onore e con intelligenza; inoltre a bordo della Dauntless c’è la possibile chiave di volta di tutta la futura azione alleata che deve essere per forza portata al sicuro fra i confini patri.
Geary cerca di gestire da arbitro ogni situazione che potrebbe sconquassare i delicati equilibri della flotta e lo fa usando il pugno di ferro in guanto di velluto e dando piccoli colpi di assestamento quando necessario.
Un libro davvero bello e affascinante proprio perchè lavora moltissimo sulla psicologia di tutti i componenti e cerca di analizzare i caratteri e i possibili risvolti futuri di ogni azione fino alla sorpresa finale…..e se ci fosse un terzo contendente nascosto???

Ste Dussoni

Il viaggio della Dauntless

Ste Dussoni
Seguimi
Latest posts by Ste Dussoni (see all)
Ste Dussoni

Ste Dussoni

"Fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza" Collaboratore di Booklandia.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.