fbpx

Il re d’inverno. Excalibur 1

di Bernard Cornwell –
Buon giorno!!! Voi credevate che fossi sparito in qualche fosso, vero???
Un tombino aperto, un vicolo scuro, magari ingoiato da un troll (o da un trolley visto quanto NON sono alto)…..rapito dagli uomini verdi….
No!!! sono qua!!! Finito di leggere questo Excalibur di Bernard Cornwell.
Nella fredda e cupa Britannia del 5° secolo vivevano gli eredi delle antiche popolazioni celtiche che d sempre abitavano quelle lontane isole, l’Impero Romano era oramai in dissolvimento e piano piano se ne stava perdendo la memoria che restava viva solo nei nomi delle località e nelle opere in muratura mentre la società stava ritornando alle antiche usanze e all’antica religione.
Ma nel frattempo le cose erano cambiate una volta ritiratesi le legioni; ad Est, nella fertile piana del Tamigi e lungo le basse coste del mare del nord, stavano facendo capolino i sassoni, che come tutte le popolazioni germaniche dell’epoca, migravano in cerca di terra a ovest delle pianure che avevano sempre abitato.
L’Europa era cosi attraversata in lungo e in largo dai biondi e feroci guerrieri germanici che non trovavano più la barriera eretta dalle sacre insegne di Roma lungo il Reno.
Un altro invasore, molto più subdolo, stava invece cercando di sconvolgere le coscienze delle popolazioni celtiche scardinandone le fondamenta e l’identità culturale: il cristianesimo! Che voleva sostituirsi sia a Roma che ai Druidi.
In tutto questo si inserisce Cornwell con la sua storia; il nostro amico così prende spunto dalle storie del ciclo arturiano e le ricostruisce a modo suo inserendole nel contesto storico che è quello poi in cui sono nate rivedendo un po’ i personaggi principali e romanzandoli fin dove è possibile. Un esercizio che risulta abbastanza gradevole alla lettura basta avere un minimo di ricordo delle storie originali di Artù, Merlino e Camelot.
Fantasie su fantasie che si fondono con miti e leggende precedenti e che ci portano in mezzo a battaglie, eroi, damigelle, maghi, tradimenti e sangue.
1° di 5 libri che mi sono stati regalati da un’amica e piuttosto agevoli da leggere sotto l’ombrellone che non ho!

Ste Dussoni

“Il destino è inesorabile; la vita è una beffa degli dei, e la giustizia non esiste – diceva sempre Merlino. E una volta mi aveva suggerito: – Devi imparare a riderne, altrimenti morirai per il troppo piangere”

excalibur il re d'inverno

Gli altri volumi della serie Excalibur

Ste Dussoni
Seguimi
Latest posts by Ste Dussoni (see all)
Ste Dussoni

Ste Dussoni

"Fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza" Collaboratore di Booklandia.