fbpx

Il diavolo in corpo

di Raymond Radiguet –
Buongiorno! Eccomi ancora una volta qua….. “ma non ti stanchi mai?” “sei assillante” “sei peggio di un venditore porta a porta (di enciclopedie)” “ma ti pagano?…se vuoi ti paghiamo noi per starci lontano“….. Insomma!!
Torno a rompere le scatole! Questa volta ho pescato dalla mia amica Baba Bandoli questo libretto che mi ispirava parecchio anche perché ricordo il titolo sulle pagine dei giornali dedicate al cinema negli anni ’80 e mi ha sempre dato l’idea che fosse parecchio pruriginoso.
Finalmente è arrivato nelle mie mani e……. Si! Scandalosetto ma senza quel piccante che mi aspettavo; un po’ deluso. Radiguet era un giovane scrittore francese morto a soli 21 anni di tifo negli anni successivi alla fine della Prima Guerra Mondiale.
Il romanzo narra dell’amore fra un adolescente (16 anni) e una ragazza poco più che diciannovenne che era sposata ad un uomo partito per il fronte occidentale. Mentre l’uomo è nelle trincee a compiere il proprio dovere di soldato nella sua casa nelle retrovie si consuma lentamente uno scandaloso tradimento che porterà la coppia anche ad avere un figlio e ad un finale di storia alquanto tragico e struggente.
Il romanzo è in parte autobiografico perché l’autore aveva vissuto una storia molto simile ma con una ragazza di 27 anni quando lui ne aveva 16 come il suo protagonista.
Scorre piuttosto bene ma non ha certamente un gran ritmo visto che è quasi tutto incentrato sulle masturbazioni mentali dei protagonisti che via via diventano gelosi e sospettosi.
Il secondo romanzo presente nel volume in mio possesso è “Il conte d’Orgel“; molto più maturo rispetto al “Diavolo in corpo” è anche un romanzo per il romanzo dove non c’è nulla di autobiografico. Nella Parigi borghese degli anni ’20 una coppia benestante di origini aristocratiche (lui) e sanguemisto della Martinica lei, passano il loro tempo ad organizzare balli e ricevimenti per la buona società francese dell’epoca. Ad uno di questi balli fanno la conoscenza con alcuni personaggi un po’ bohémien che si intrufolano nel tranquillo menàge della coppia. Uno dei loro cosiddetti amici si innamora della bella creola e la convince piano piano a concedersi; ma tutto questo non sarà facile e porterà strada facendo a parecchie crisi e tormenti di lei e anche del suo amante, sotto gli occhi di un marito talmente vanesio e frivolo che non riesce nemmeno a capire cosa stia succedendo. Anche questo romanzo è giocato molto sui pensieri e sui tormenti dei protagonisti che quindi si trovano spesso coinvolti in soliloqui e tormenti. Molto più ben scritto del precedente ma comunque alla fine non lascia granché…… Deluso!

Ste Dussoni

Il diavolo in corpo

Letture da “il diavolo in corpo” di R. Radiguet


Seguimi

Ste Dussoni

"Fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza"
Collaboratore di Booklandia.
Ste Dussoni
Seguimi

Latest posts by Ste Dussoni (see all)

Ste Dussoni

Ste Dussoni

"Fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza" Collaboratore di Booklandia.