fbpx

I racconti degli Esterni. Sangue di re. Vol. 1

di Giorgio Bernard –
Buon giorno!! Cosa fare durante le lunghe giornate di inedia che mi hanno appioppato per via del rischio Coronavirus? Le possibilità sono infinite come i suggerimenti che arrivano da ogni dove come i pugni di Mike Tyson; ognuno ha la propria idea era propone; io mi sono messo ai fornelli e ho cucinato per un reggimento, mi sono messo a fare un abbozzo di pilates con i tutorial di You Tube e mi sono dato alla pazza gioia sulla cyclette, passo il tempo tra telefono e social network e riesco anche a leggere. Ora che ho tutto il tempo del mondo mi sono accorto di non averne molta voglia ma sono testone e forse riesco a staccare gli occhi dal telefonino…..oggetto malefico, forse di un altro mondo! Perciò ecco a voi…. il coronavirus…..no!!! Aspetta!! Ecco a voi:
Giorgio Bernard – Sangue di Re (I racconti degli esterni Vol.1)
Un Fantasy??? Si e no perché in realtà è un mix di Fantasy e Fantascienza in egual misura, è fantasy perché ci sono oggetti magici, misteriosi risvegli, forze che attraversano la terra e antichi rituali, oltre che a pessimi elementi  che vogliono consegnare la Terra ad una misteriosa e già antipatica regina. E Fantascienza perché si parla di mondi paralleli, ci sono armi e tecnologia e parecchi alieni. Tutto incomincia da… non c’è un giorno ma ci sono dei simpatici esseri che provengono da Alterea e, attraverso quel portale dimensionale chiamato Il Velo, hanno cominciato trasportare uomini (?) e materiali da questa parte del doppio mondo in nome e cognome della regina Morria di Mordhia con l’intenzione di sfruttare, attraverso antichi manufatti di origine Maya, l’allineamento di tutti i pianeti del sistema solare e trasportare da questa parte una antica guerra che si combatte da 400 anni sull’altro pianeta.
Tutti questi movimenti non sono passati inosservati e hanno causato i cosiddetti Risvegli che stanno facendo risorgere poteri perduti e dimenticati da secoli in persone assolutamente normali che diventano così gli Esterni, cioè l’esercito che dovrà difendere casa nostra dai soliti immigrati senza permesso di soggiorno. Persone normali o al massimo un po’ eccentriche si ritrovano catapultati così in una guerra e in un mondo fatto di passaggi interdimensionali e di salti da un continente all’altro improvvisi e inspiegabili; soldati stranieri poco amichevoli e creature fatte d’ombra ma molto taglienti sono i loro nemici. Piano piano si concentrano da tutto il pianeta e imparano a gestire i loro poteri e imparano anche collaborare tra loro fra dissidi, antipatie, amori improvvisati e situazioni al limite tra il  ridicolo e il drammatico.
I personaggi coinvolti sono davvero tanti con tanti nomi e soprannomi e volte si fa un po’ di fatica e raccappezzarrsi in mezzo a tutti quei sostantivi. Provengono da tutto il pianeta ma parlano bene o male tutti inglese e vengono gestiti da un’organizzazione piuttosto misteriosa che subito non spiega molto ma in compenso li scaraventa velocemente in mezzo ad un baraonda di sangue e di animali che non dovrebbero esistere, e molti muoiono prima di avere una squadra abbastanza ben definita. Anche i nemici sono parecchi e non sono così uniti come sembra (e qualcuno forse tradirà) ma in compenso sono concentrati sull’obiettivo finale anche se gli sgambetti non mancano…
Una storia molto bella e davvero notevole il lavoro dell’autore per non sedersi sui canoni visti e stravisti del fantasy classico; ci sono tantissimi colpi di scesa e tanti cambi di prospettiva nei personaggi che spesso lavorano in coppia e, come un regista cinematografico fa con la cinepresa, si passa da una soggettiva all’altra attraverso i pensieri dei protagonisti. Così la stessa scena può essere vista attraverso gli occhi di entrambi e da tutti e due insieme…..a volte i cambi sono un po’ troppo repentini e mandano in confusione il lettore ma l’effetto è davvero impressionante. Tante tracce che convergono verso il finale ma che lasciano molti misteri aperti al volume successivo che è già in stampa e che potrei anche pensare di cercare per una volta che leggo una saga dal primo volume…
A presto

Ste Dussoni

I racconti degli Esterni. Sangue di re: 1

Ste Dussoni
Seguimi
Latest posts by Ste Dussoni (see all)
Ste Dussoni

Ste Dussoni

"Fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza" Collaboratore di Booklandia.