fbpx

Giura

di Stefano Benni –
Buonasera! È di nuovo sera, il buio ammanta tutta la città e i gatti in amore lanciano le loro graffianti melodie al cielo in cerca di una compagna per questa notte nella vana speranza di poter continuare la specie secondo i dettami di madre natura. La luna è solo una piccola falce in cielo e non riesce a rischiarare ogni angolo delle nostre città, soprattutto quelli che invece andrebbero messi sotto degli ottimi riflettori per evidenziare la sordida fauna che li popola. E mentre scorre questo lento film più nero che bianco vi presento l’ultima fatica del Lupo letterario: “Giura” di Stefano Benni.
Giura!!! Un monito, un ordine, una frase perentoria su cui costruire una storia. Non siamo tra i monti della Svizzera (la catena del Giura) e nemmeno tra i dinosauri del Giurassico ma in un paesino dell’appennino, un appennino qualsiasi, ancora ridente e selvaggio dove due ragazzini, Febo e Lunaria, abitano assieme alle loro squinternate e variopinte famiglie. Febo, il ragazzino solare e un po’ scapestrato che si arrampica sugli alberi e racconta storie alle noci e Lunaria, la ragazzina muta e un po’ malinconica come il suo astro guida, che però vede e capisce tutto.
Due astri che si incontrano e si inseguono nel cielo e che lo faranno più o meno per tutto il libro; una storia di amore e malinconia, di magia e di sogni, di dolorosi saluti e di struggenti incontri, di baci e di frasi non dette. Due vite che si incrociano come due alberi gemelli che sembrano sempre sul punto di diventare un’unica pianta e poi all’improvviso ognuno va per  la sua strada in cerca di nuova luce e di nuovi motivi per vivere; avvinghiati in un modo tale che solo un fulmine potrebbe dividerli…
Un libro che ci presenta un Benni molto malinconico, che racconta di montagne vive e ancora popolate, che racconta del boom economico e di tutti quelli che invece non sono riusciti ad approfittarne e che sono miseramente falliti, di droga, di sogni infranti, di scempi edilizi e di ecologia… e di sentimenti, quelli che si facevano disegnando due cuori sulla corteccia di un albero giurandosi poi amore eterno (come in una canzone di Ambra Angiolini).
Un Benni invecchiato e nostalgico…anzi! Nostalgicomico!!! …ma sempre con una marcia in più!

Ste Dussoni

Giura

Stefano Benni presenta “Giura” su Rai Radio 3:

https://www.raiplayradio.it/audio/2020/06/FAHRENHEIT—IL-LIBRO-DEL-GIORNOStefano-Benni-Giura-Feltrinelli-e8d408dd-7919-4ca0-91a4-37a49abcf07a.html

Ste Dussoni
Seguimi
Latest posts by Ste Dussoni (see all)
Ste Dussoni

Ste Dussoni

"Fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza" Collaboratore di Booklandia.