fbpx

Che Dio perdona a tutti

di Pif –
Avete mai visto un clown che, invece di un brillante rosso candito, abbia il naso finto del colore della ricotta?
A chi dovesse farmi notare che nel libro ci sono pochi clown, e in ruoli del tutto marginali, mentre abbondano gli agenti immobiliari, potrei replicare che la sua conoscenza di Heinrich Böll, o la memoria delle sue opere, mostrano alcune deprecabili lacune.
Questo libro ricalca le tematiche di “Opinioni di un clown”, ovvero i condizionamenti e le ingerenze della religione cattolica in un rapporto di coppia, ma sostituisce il sarcasmo e la critica sociale presenti nell’originale, con una scanzonata ironia.
Non saprei dirvi se il tutto sia frutto del caso o sia una sorta di citazione da parte dell’autore, perché Pierfrancesco Diliberto, nonostante quell’aria da sempliciotto con cui si balocca in radio e televisione, è certamente persona di notevole cultura, come provano la sua attività di regista, sceneggiatore e il suo notevole talento d’attore.
Certo Arturo e Flora sono del tutto differenti da Hans e Maria del capolavoro di Böll, e più che di feroce critica al consumismo potremmo parlare d’indulgente critica allo smodato consumo di cannoli e sciù, ma nulla vieta di parlare di cose serie con un sorriso sulle labbra, utile magari per eliminare qualche residuo di crema o cioccolata dalle stesse.
Che altro dire di questo romanzo che unisce il dolce al dilettevole? …forse un invito a non sottovalutarlo e non etichettarlo come puro divertimento. Ben scritto, mantiene una notevole tensione narrativa dalla prima all’ultima riga proponendo anche alcune riflessioni su religione e rapporto di coppia, senza mai dimenticare di spolverare in abbondanza il tutto con una granella d’umorismo ricercato, gradevole e spesso colto.
Oltre a dispensare, a noi maschietti, straordinarie tecniche di sopravvivenza da utilizzare nei litigi di coppia sfruttando la saggezza di madre natura: “Ma certo, secondo te il camaleonte africano, lento com’è, come farebbe a scappare dal suo predatore? Addirittura diventa grigiastro, come quando muore realmente. Noi (uomini) questo, purtroppo, non riusciamo a farlo…”

Riccardo Gavioso


Pif … che Dio perdona a tutti

Che Dio perdona a tutti
Seguimi

Riccardo Gavioso

“Le maggioranze mi fanno orrore. Prima o poi diventano sempre minacciose”
Collaboratore di Booklandia
Riccardo Gavioso
Seguimi

Latest posts by Riccardo Gavioso (see all)

Riccardo Gavioso

Riccardo Gavioso

“Le maggioranze mi fanno orrore. Prima o poi diventano sempre minacciose” Collaboratore di Booklandia