fbpx

Alter Ego

di Giuliano Golfieri –
Dai ammettetelo. Vi è mai venuta la curiosità di entrare nel corpo di qualcun’altro? No, non in senso fisico cosa pensate… Nell’anima, nella sua mente. Guardare con altri occhi, acquisirne i ricordi e le capacità. Essere uomo e improvvisamente ritrovarsi donna con un diverso modo di percepire la realtà, con un corpo con attributi diversi e diverse modalità di relazione con gli altri. O viceversa, naturalmente.
Beh questa, al momento, sembra che sia un’esperienza ancora impossibile. Ma con i libri si può tutto!
Giuliano Golfieri nel suo romanzo ci trasporta in una bella storia ambientata nella Francia del XVIII secolo con un personaggio, Ariel, dotato di una particolare singolarità: può trasmigrare nel corpo di altre persone, smettendo di esistere e invecchiare durante la permanenza nei suoi ospiti.
Il racconto inizia con il protagonista che si sveglia in un bosco alle porte di Parigi senza memoria del suo passato. Tramite un fortuito incidente, scopre di possedere questo inspiegabile potere in grado di farlo insediare nel corpo di altre persone. Il protagonista trasformerà il suo singolare dono in una professione al servizio della massoneria e dei potenti della Francia settecentesca e grazie a questa capacità la sua vita si intreccerà con quella di famosi personaggi dell’epoca.
Diventerà molto ricco ma il contrappasso sarà una inevitabile e profonda solitudine: è la maledizione dell’immortalità o della innaturale longevità. Ricordate nel 1986 il film Highlander? Con il trascorrere degli anni Ariel perderà tutti i più cari amici: per lui il tempo si ferma quando è in “missione” in un corpo altrui ma per tutti gli altri avanza insesorabilmente.
Anche per Violaine la donna di cui si innamorerà. E in questo segnare del tempo che forma le rughe sul corpo di Violaine mentre lui resta un baldanzoso giovanotto, tanto che ad un certo punto viene confuso per il figlio, mi è tornata in mente un’altra novella del 1922 che mi aveva commosso: “Il curioso caso di Benjamin Button” di Francis Scott Key Fitzgerald (da cui nel 2008 è stato tratto il celebre film con Brad Pitt).
E’ un romazo? E’ un fantasy? E’ un racconto storico? Difficile da classificare.
E’ certamente un’avventura della fantasia che si dipana in un asse temporale lungo più di un secolo attraverso viaggi, sesso, amori dannati, amicizie altolocate e nemici potenti che tramano nell’ombra, culminando in un colpo di scena finale.
Interessante la ricerca storica che è stata fatta e bella l’idea di far rivivere personaggi realmente esistiti come Giacomo Casanova, Luigi XVI o il forse meno celebre “boia di Parigi” Sanson, facendoli interagire con il protagonista. L’uso della forma in prima persona fornisce al racconto una dimensione personale e, nell’insieme, si percepisce il fluire del Tempo che costruisce la Storia umana in un continuo confronto tra ciò che è e ciò che avrebbe potuto essere.

Gerardo Capaldo


Book Trailer


Seguimi

Gerardo Capaldo

Aequam memento rebus in arduis servare mentem
Amministratore di Booklandia.
Gerardo Capaldo
Seguimi

Latest posts by Gerardo Capaldo (see all)

Gerardo Capaldo

Gerardo Capaldo

Aequam memento rebus in arduis servare mentem Amministratore di Booklandia.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.